Questo il nome del progetto che il Mosap porta avanti con Love cup e Gruppo Idee e che prevede la realizzazione di incontri calcistici nei vari istituti penitenziari nazionali con la squadra della Love Cup, composta da rappresentanti del mondo della notte, personaggi dello spettacolo e della tv, giornalisti e forze dell’ordine arricchiti da una cronaca a bordo campo condotta da un comico e una premiazione condita di sketch esilaranti. Il progetto nasce dall’idea che in contesti di reclusione spesso sovraffollati e multietnici lo sport rappresenta non solo un linguaggio comune accessibile ad ogni cultura, ma un mezzo importante per scaricare la tensione e liberare lo spirito dalle barriere di una quotidianità costretta e monotona che incide fortemente sulle potenzialità di recupero del detenuto. La presenza in squadra di attori e personaggi dello spettacolo arricchisce il gioco e dona momenti di vicinanza, leggerezza e riflessione, con lo scopo di calciare via il senso di esclusione. Numerose sono state le partite già disputate, tra le ultime quelle presso gli Istituti Penitenziari di Spoleto, Terni, Frosinone e il 24 sarà la volta della Casa Circondariale di Rebibbia Nuovo Complesso.
Organizzatori dell’evento: Chiara Guerra, Marcello Cuicchi, Fabrizio Pacifici, Alex Bucci, Vincenzo Minardi, Fabio Conesta’, Roberta Gastaldi.
#segreterianazionalemosap